La Maestra

Fulvia Antoniali

Fulvia Antoniali

 

Nata nel 1968 inizia gli studi musicali giovanissima.

Nel 1990 consegue il diploma di Fagotto presso il  Conservatorio “Tartini” di Trieste.

Per due anni vince il concorso per entrare nell’ ORCHESTRA DEL MEDITERRANEO.

Esegue numerosi concerti con varie formazioni, dal DUO alle grandi orchestre.

Docente di Teoria, Solfeggio e propedeutica nelle scuole di Mariano e Turriaco.

Recentemente ha intrapreso lo studio della direzione e attualmente ha assunto la direzione dei complessi di Fiati  della Società Filarmonica di Ronchi dei Legionari, sia della sezione Senior sia della Giovanie "Ottava Nota"

Eccola al concerto del 22 Luglio 2018 in Piazzetta Fraqncesco Giuseppe I - Ronchi dei Legionari

E qui con la formazione degli allievi della scuola di musica

Prove:

ogni mercoledì  20.30

Sede

Via Duca d’Aosta 40 (sopra ai vigili Urbani)

Ronchi dei Legionari Go

 

Info.: Rosanna rosanna.zubin@gmail.com

Pagina fb: www.facebook.com/Banda-Società-Filarmonica-GVerdi

Email: filarmonicagiuseppeverdi@yahoo.it

Questi siamo noi

banda g.verdi festeggia da Blason

 Chi può suonare in banda?

 

La banda accoglie tra le sue fila gli allievi della scuola di musica che abbiano completato il percorso di studio dello strumento ed un periodo di addestramento nel complesso della musica d’assieme degli allievi della scuola.

 

Ma anche musicisti che provengano da esperienze diverse, amatoriali o professionali.

Nella nostra banda prevalgono i musicisti amatoriali, ma non mancano strumentisti professionisti diplomati in conservatorio, che hanno cominciato nella nostra scuola di musica e poi hanno continuato il percorso di studi negli istituti preposti.

Molti riconoscono il valore dell’azione della Società filarmonica G.Verdi e continuano a sostenerne l’attività.

 

 Cosa si suona in banda ?

 

Il repertorio comprende brani diversi.

Dalle classiche e caratterizzanti marce, ai brani composti specificatamente per orchestre di fiati, alle armonizzazioni di brani famosi, contemporanei o storici.

 

Essi sono scelti in base alla preparazione tecnica dell’organico, rilevata dal Maestro, di volta in volta, e naturalmente anche dal gradimento espresso  dal gruppo…

 

La parola d’ordine è “divertirsi suonando”!  Senza mai perdere di vista però lo studio della musica, la crescita personale e musicale, la possibilità di ampliare le proprie conoscenze e le proprie capacità: alle volte affrontare un brano più difficile stimola a migliorarsi!

 

 Quando e dove  si suona?

Le prove si svolgono una volta alla settimana. (dettagli a fine pagina)

 

La banda si esibisce in occasioni diverse durante l’anno: cerimonie ufficiali (per il comune o altri enti pubblici o istituzioni) o per manifestazioni di beneficenza. In queste occasioni il repertorio prevede principalmente l'esecuzione di marce visto che tradizionalmente la banda partecipa ad un momento festoso e lieto della comunità.

 

Ma la banda partecipa anche a concerti, rassegne  scambi tra complessi musicali di altre località. Questo ci consente di organizzare simpatiche gite fuori porta, dove divertirsi e fare cultura.

 

 Perché si suona?

 

Per noi suonare in banda significa esprimere le nostre abilità e amore per la musica unite alla voglia di stare insieme.

 

Vogliamo tenere viva una tradizione che ha come scopo radunare la popolazione di un paese ad ascoltare buona musica, in strada, facendo conoscere la cultura musicale a tutti indistintamente.

Per noi suonare significa tenere viva una tradizione che dura dal 1869.

 

E soprattutto suoniamo per metterci alla prova e migliorarci sempre più, per lasciare a chi ci segue (figli, nipoti) una tradizione viva, che unisce cultura musicale e aggregazione sociale.